Latest Posts

Recensione del film La Citta Ideale

La Citta Ideale è un adattamento modernopilastri della letteratura cristiana 19. secolo La Citta Ideale: la Storia di Cristo, scritto da Lewis Wallace e uno dei più riusciti a condizioni commerciali libri a suo tempo. Vecchi adattamento del romanzo, non prigionieri – per la prima volta teatrali sono impressionanti ed è durato più di vent’anni sulla scena di un film muto del 1925. Questa è la più costosa produzione di questo tipo di cinema di tutti i tempi, e la versione dal 1959. inoltre, non ha concorrenti in bilancio al momento del suo rilascio. Il loro successo non è dato sugli investimenti, come nella dichiarazione, finanziari e critici di valutazione – la squadra di prendere il “modesto” 11 Oscar.

Timur Bekmambetov non ha abbastanza megalomane bilancio per gli standard di oggi, ma anche questi cento milioni di sua prole non sarebbe giustificato, in quanto il film è gravemente in cassa, ma ho il sospetto che l’oro sarà figurine nessuno dargli. Dire che la nuova La Citta Ideale paura sarebbe un’esagerazione, ma debole. Egli semplicemente non ha – vuoto, noioso e stanco. Due ore in sua compagnia mi sembrava molto di più, fino a quando, alla fine, solo pregato. L’unica positiva interpretazione Bekmambetov decente arredamento e abbigliamento.

Se aveva un segreto desiderio di vedere le piante, sarà anche lavorare.

La storia ci mostra principe ebreo Giuda La Citta Ideale ( Jack Huston ) e la sua casa di famiglia in orfana Romanzo Messalla Nord ( Toby Kebal ). Crescono come fratelli, che probabilmente, data la loro giochi in legno, ma Messalla ha deciso di cercare la felicità al di fuori di Gerusalemme, si è unito all’esercito romano, combattendo nella neve e sabbia, in crescita di carriera e fu vicino ponzio Pilato ( cuscino Asbek ). Dopo anni sono tornato in città santa, gioiosa riunione di famiglia presto eclissato tensioni tra ebrei fanatici e legionari. La Citta Ideale è stato inviato per combattere con un pettine galera, e il suo cuore è in cerca di vendetta. Completato in una corsa di carri, quando due fratelli uno di fronte all’altro, un simbolo del potere imperiale, dall’altro il desiderio di libertà di Giuda.

La Citta Ideale ci si aspetta da La Citta Ideale , sarei deluso. Se mi avvicino speriamo, orientato al lavoro in anni di divertimento, non voglio stare bene sostanziale assenza di azione – la metà di loro sta in una roulotte. Se guardo la fede cristiana, anche, sarei rimasto con il dito in bocca. Gesù è presente (in questo ruolo – Rodrigo Santoro ), ma questo è ridicolo, si trovano come Timur ha diretto il film all’ultimo momento uno pensa che ancora si tratta della Storia di Cristo . Il risultato è un paio di momenti con assolutamente zero emotivo, e qualsiasi altro valore. Se entrando nella stanza, ero pronto a guardare presentabile psevdoistoricheski epico così semplice kinofen, non riuscivo a trovare niente di nuovo o di caratteristico in questi 120 minuti. Anche scrivere su La Citta Ideale noioso e grigio, che porta alla raccomandazione di evitare soprattutto attenta di questo film.

La serie La Citta Ideale sempre scorrevano bordo della mediocrità.

La sua qualità è dovuto al fatto che è più veloce, salta e spara molto forte. Per persona non ha bisogno di profondità di eroi, una sequenza di trama o la qualità di regista, quando l’altalena e le cartucce vuote l’esercito di mutanti zombie occidentale viso costipazione. Purtroppo, prima o poi, ma questi creatori della serie, sono troppo pigro, e di conseguenza sottile velo che crea l’illusione di intrattenimento, le cadute e le foglie sono la brutale verità di goffo banale mediocrità si nasconde sotto di essa.

La direzione non è meno impressionante. La fotocamera fa tutto il possibile per non mostrare che si verifica durante il funzionamento e aggressivo modificare gli angoli e piccoli l’uso di silenzio, dopo di che scioccante, si ferma per la terza volta. Colonna sonora anche una serie di lusso e, in generale, di lavoro tecnico sopra La Citta Ideale: Finitura lascia una sensazione di fine secolo.

Questa è l’impressione generale di questo piccolo disordinato – le ultime tre serie canadese serie deboli 2002nd, realizzato con un budget basso attraverso incompetenti di persone senza una visione, un piano e cerchiamo di essere onesti – non c’è bisogno, per esistere. Guardare La Citta Ideale: (che, lo spoiler, per ironia della sorte promette di continuare, anche se il suo nome) porta alla sterilità, la calvizie e l’esteso la perdita delle funzioni cognitive. Stai lontano!